MARKETING DEL TERRITORIO E MEDIA MONITORING

mkt

È possibile fare Marketing del Territorio, promuovere nella maniera più adeguata la cultura, le iniziative delle tante e ricche realtà italiane senza un adeguato monitoraggio dell’informazione? Senza un’accurata analisi delle notizie sulla stampa, sul web o sui social?

No, non è pensabile. Tanto meno nel 2016!

In occasione della presentazione di un testo sul tema: “Come promuovere una città – Strumenti e azioni efficaci di Marketing del territorio” di Livio Gigliuto (edizione Franco Angeli con introduzione di Roberto Baldassari, qui la scheda del libro) che si terrà a Catania il 22 aprile, a cui parteciperà tra gli altri il sindaco di Catania Enzo Bianco e in qualità di moderatore il board member della Waypress Media Monitoring Giuseppe Bonura – possiamo sviluppare una breve riflessione sul tema.

locandina evento mkt territorio

Il Marketing del Territorio è sinteticamente quel complesso di azioni e strategie che permettono a un dato territorio di svilupparsi al meglio e poi di promuoversi all’esterno. In un periodo come il nostro di limitate risorse ma di infinite possibilità alternative, diventa necessario ottimizzare al massimo ogni strumento per comprendere dove e come crescere. Lo spazio deve essere ripensato per produrre nuova socialità, la cultura deve essere contemporaneamente investimento, valore e motore di sviluppo. Comunicare tutto questo impone un’accurata consapevolezza.

Media Monitoring: dall’ascolto alla reputazione

Un servizio di Media Monitoring ottimizzato è la base per ogni attività di sviluppo nel campo della comunicazione, ma non solo. Perché è dall’analisi delle informazioni che nasce lo stimolo per adeguarsi a nuovi input, per verificare il recepimento dei messaggi, per informarsi e informare sulle strategie messe in campo, sulle variazioni possibili. Oggi è impensabile non monitorare con cura la web reputation, per esempio – perché una cattiva reputazione online impoverisce qualsiasi sforzo di promozione. E sempre più è necessario essere rilevanti sui social, perché se è vero che i mercati sono conversazioni – come sottolineato nel Cluetrain manifesto – dove meglio che sui social è interessante sviluppare mercati? E come è possibile sviluppare strategie se non si conosce il contesto?

Il Media Monitoring permette di capire il contesto, da questa conoscenza approfondita può nascere una buona o cattiva reputazione – a seconda di una buona o cattiva strategia di Marketing.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *