SINDACI SICILIANI E MEZZI DI COMUNICAZIONE

Sindaci siciliani

La classifica di questa settimana è dedicata ai Sindaci nei Comuni capoluogo di Provincia in Sicilia. La nostra breve analisi è stata sviluppata monitorando la comparsa dei Sindaci sulla stampa nazionale e locale e sul web nella settimana dall’1 al 7 giugno.

Sale sul podio il Primo Cittadino di Palermo, Leoluca Orlando, con ben 233 citazioni dalla stampa e dal web. A seguirlo, con un distacco di 100 articoli, il Sindaco di Catania, Vincenzo Bianco detto Enzo, con 126 articoli. Al terzo posto Renato Accorinti, Sindaco di Messina, con 40 citazioni.

Successivamente troviamo il Primo Cittadino di Siracusa, Giancarlo Garozzo, con 34 articoli, il Sindaco di Ragusa, Federico Piccitto, citato in 29 pezzi, Giovanni Ruvolo, Sindaco di Caltanissetta, con 24 notizie e infine Vito Damiano, Sindaco di Trapani, con solamente 6 citazioni.

Ad annoverare articoli dalla stampa nazionale sono solamente tre Sindaci.

Enzo Bianco è presente con una dichiarazione sulle elezioni regionali all’interno di un articolo su Repubblica Speciale del 3 giugno, mentre Giampaolo Pansa nomina il Sindaco Bianco in un editoriale su Libero Mercato per la sua presenza alla trasmissione Otto e mezzo della Gruber. Degna di nota, anche si tratta di un giornale regionale, la posizione favorevole espressa dal primo cittadino etneo su Corriere del Mezzogiorno Economia dell’1 giugno sulla base regionale operativa di Frontex (l’Agenzia dell’Ue che si occupa della gestione delle frontiere degli Stati membri) a Catania. Il direttore esecutivo di Frontex, Fabrice Leggeri, spiega che «la base regionale costituisce un progetto pilota che potrà essere replicato anche in altri Stati membri e riguarda i cosiddetti “hotspot”, i centri proposti dalla Commissione europea nella sua Agenda per l’immigrazione» dopo le ultime stragi nel Mediterraneo. L’obiettivo dell’Ue è mettere a punto un sistema in cui il porto di sbarco sia vicino al centro di prima accoglienza.

Leoluca Orlando è apparso su Mf il 4 giugno con la notizia di una raccolta firme a Palermo per il ddl di iniziativa popolare contro la povertà assoluta e su Avvenire il 5 giugno per la riapertura sempre a Palermo della Culla per la vita.

Federico Piccitto, viene contestato su Repubblica del 4 giugno per l’aumento del suo stipendio e di quello della Giunta comunale presentato sottoforma di adeguamento Istat. La vicenda è già sbarcata in Assemblea Regionale.

Dal monitoraggio è stato escluso il neoeletto Sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, per una questione di tempistiche. La recentissima carica non avrebbe permesso di avere articoli che rilevassero l’operato del Sindaco, ma solo il successo alle elezioni. L’altra città esclusa dal monitoraggio è Enna, dove si andrà al ballottaggio tra i candidati Sindaci Vladimiro Crisafulli e Antonello Maurizio Dipietro.

SINDACI_SICILIANI_E_MEZZI_DI_COMUNICAZIONE

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *