ESTATE, TEMPO DI CLASSIFICHE E IMMATRICOLAZIONI UNIVERSITARIE

classifica atenei

Come ogni anno in questo periodo hanno fatto capolino sulla stampa le due prestigiose indagini sugli atenei italiani stilate dal Sole 24 Ore e dal Censis in collaborazione con Repubblica. Uscite a pochi giorni di distanza l’una dall’altra, le classifiche cercano di orientare gli studenti nella scelta dell’ateneo a cui iscriversi, sulla base di indici che prendono in considerazione vari fattori della vita universitaria.

La classifica delle migliori università del Sole 24 Ore sfrutta le banche dati messe a disposizione dal Miur e da Anvur (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca) ed è basata su 12 indicatori suddivisi tra didattica e ricerca che danno una visione d’insieme delle caratteristiche dell’ateneo, ma che, analizzati singolarmente, fanno emergere i suoi punti di forza o debolezza.

Ne La Grande Guida all’Università 2015/2016 di Censis- La Repubblica, oltre a suddividere gli atenei in base alle loro dimensioni per numero di iscritti, ritroviamo una valutazione della didattica e della ricerca.

Ciascuna di queste aree raggruppa due famiglie di indicatori il cui punteggio è l’aggregazione di più parametri al loro interno. Per quanto riguarda la didattica, le famiglie di indicatori sono: la progressione della carriera studentesca e l’internazionalizzazione. Per la ricerca troviamo: i progetti di ricerca e la produzione scientifica.

Le polemiche sull’attendibilità dei dati sono molte e di sicuro non ci può essere una verità assoluta. Ci sono casi in cui un ateneo si trova al vertice di entrambe le classifiche, come è successo per l’Università di Siena al 6° posto per il Sole 24 Ore e al 1° per il Censis, e altri in cui i dati non coincidono, vedi l’Università di Modena e Reggio Emilia, il cui Rettore ha polemizzato con l’indagine del Sole 24 Ore.

Noi di Waypress siamo andati a vedere come le due prestigiose classifiche sono state riportate sulla stampa tradizionale e sul web, chi ne ha parlato e con che tono.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *